lunedì 24 novembre 2008

Cibo del sud? eccovelo!

Et voilà...
eccomi catapultata in Puglia!!!

E come canta Caparezza "O Puglia Puglia mia tu Puglia mia, ti porto sempre nel cuore quando vado via. E subito penso che potrei morire senza te. E subito penso che potrei morire anche con te." La sua è una canzone con una musicalità travolgente ma se poi leggiamo bene il suo testo di "ballare" ci fa passare un pò la voglia....

Ma la mia Puglia è questo: è amore, è odio, è fuga, è ritorno... e non mi stancherò mai di descrivervi il mare di emozioni che mi assale ogni volta che "scendo in Puglia"....

Mi ci vogliono come al solito un paio di giornate di assestamento--- poi? Poi sto meglio, mi riattivo come un lievito secco e continuo... ad essere la solita!

Oggi vi saluto da quin con un piatto tutto mediterraneo.. ma ve lo confesso... è un piatto che ho preparato quando ero ancora nel grande Nord... il pacco di pasta l'ho acquistato da EATALY , l'altro ingrediente base da Daniele (che con il suo VELIERO mi offre sempre il pesce fresco + gustoso).



CALAMARATA PER DUE



Ingredienti:
160g di pasta formato CALAMARATA del pastificio Garofalo
500g di Calamari freschi eviscerati e tagliati ad anelli
3 pomodori tondi di quelli "a grappolo" oppure 150g di pomodori piccadilly
aglio
olio
prezzemolo
sale
pepe bianco
vino bianco secco

La
CALAMARATA è un formato di pasta tipico campano ed è soprannominato così proprio perchè adatto ad essere condito con un sugo di calamari, è una pasta molto callosa, di quelle che danno soddisfazione al palato!

Procedimento:
La pasta richiede una cottura di circa 15-20 minuti, quindi mentre l'acqua arriva a bollore x poi calarci la pasta, ho soffritto un bellissimo e generoso spicchio d'aglio rosso di Nubia in camicia (che ho poi prelevato una volta aromatizzato l'olio), e ho aggiunto i calamari (una nota sulla cottura dei calamari: due sono le "scuole di pensiero e cottura" o li cuoci velocemente (roba di due minuti di orologio) oppure richiedono una cottura lenta di circa 20 minuti altrimenti risultano duri e immangiabili, io credo che alla fine il risultato sia identico - io ho proceduto con la cottura lenta), dopo un paio di minuti ho aggiunto i pomodori a pezzettoni e un 100ml di vino bianco secco... ho coperto la pentola e cotto lentamente a fuoco basso per circa 20 minuti. Nel frattempo ho cotto la pasta, quando era pronta ho regolato il sugo di sale e pepe bianco (in realtà andrebbe il peperoncino, ma a me piace di + il pepe bianco con il pesce), aggiunto la pasta, mantecato a fuoco vivace e aggiunto il prezzemolo.

Servito immediatamente!


15 commenti:

  1. Madonna che passione in questo post...ti sei svegliata esaggggerata?????
    Vorrei sapere cosa ne pensa l'esperto di pesce della zona del Brenta... ;-PPPP
    Io procedo sempre alla cottura lunga...di quella corta non mi fido!!!!
    smuack!
    bello leggerti anche da lí...sembra che tu stia a Torino!

    RispondiElimina
  2. ma che bel piattone...do solito questi primi me li prepara la mia suocerina.. :)

    RispondiElimina
  3. Cuochetta, che piatto da urlo che hai postato, questo tipo di pasta non l'abbiamo mai cucinata, ma ci hai messo voglia di cercarla, sembra sposarsi a meraviglia con i calamari, per i quali vogliamo sottolineare che abbiamo un debole! Fantastico!
    Baci da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  4. L'immagine "riattivarsi come lievito secco" vince il premio "frase foodblog dell'anno" ;) Bellissima, davvero. Beata te che riesci a prenderti tutto questo tempo quando scendi giù, per me ormai che faccio una settimana e via è sempre uno shock!
    Beh, ora che sei in Puglia, terra di vincotti e mosti, non puoi esimerti dal partecipare alla raccolta di ricette Il vino per la neve... Dai, dai!

    RispondiElimina
  5. Vedo con piacere che anche le cuochette esperte non riesco a tenere tutte intere le paste "calamare".
    Bel piatto davvero!!!!

    Un abbraccio anche se sei così lontana che faccio un pò fatica ad arrivarci! ;-)

    RispondiElimina
  6. Vieni a ballare in Puglia Puglia Puglia....vieni a ballare in Puglia Puglia Puglia ....lalalalalal....ahahaha. Ottima pasta cara. Buonissima giornata :)

    RispondiElimina
  7. E'vero Annina, Caparezza esprime i sentimenti contrastanti di chi pugliese si ritrova a vivere lontano. E ama e odia la sua terra senza mezze misure.
    Io salvo il cibo della Puglia, è questo il mio legame ... cosa non darei per un piatto di orecchiette ... ed io sono una di quelle che non torna mai. Forse perché ho paura di farci i conti ... vabbé ma questo è un altro discorso ... mhmmmm, buona la calamarata, sento un profumo!!!
    baci e buone cose
    Fra

    RispondiElimina
  8. ma che buono questo piatto!! noi non lo abbiamo mai provato..ma ci piacerebbe moltissimo assaggiarlo!!
    bacioni

    RispondiElimina
  9. La terra d'origine si porta sempre nel cuore e così i suoi piatti, questo poi me lo papperei anche adesso

    RispondiElimina
  10. un piatto del sud ma che possono apprezzare tutti

    RispondiElimina
  11. Da brava siciliana, apprezzo con gioia i piatti caratteristici.
    Prossimamente posterò anche io la pasta con le melanzane, le mandorle e la ricotta salata.
    Intanto domani proverò la tua calamarata.

    RispondiElimina
  12. Eccomi... e voglio rispondervi a tutti UNOxUNO!
    mae grazie mille cara... sono contenta ti piaccinao le mie cose!
    Canny... l'esperto aveva gradito... :) ora è a dieta POVERINO :D x la cottura slow pieno accordo... Il bello del WEB è che si annullano le distanze! Smuack!
    Lo che brava la tua suocerina! Eh si anche mia suocera prepara pranzetti niente male, ogni volta è un attentato alla linea!
    Sabrina la pasta è ordinabile on line! Buona ricerca!
    Maricler ritiro il premio volentieri :) x la ricetta del vincotto abbi fede, mi devo solo ricordare la data di scadenza!
    Graziella che ocio vecia! Ebbene si... beccata!!! ;-)
    Emilia mi sa tanto che hai ballato tante volte sulle note di quella canzone!
    Fra L. la PUGLIA ti aspetta! TVB
    Marcella grazie :)
    Sorelline vi è giunto il mio piattino di assaggio?
    Cocò sante parole!
    Gunther x te che sei del nord... mi fa piacere che hai apprezzato!
    Nonna Fusion benvenuta a casa mia... com'è venuta la tua Calamarata?

    un abbraccio a tutti, spero di tornare a postare presto!
    Anna

    RispondiElimina
  13. Annina, non so se e' perche' non ci vivo piu', ma a me la nostra regione piace moltissimo, riesco a vederne anche i difetti, ma di pregi ce ne sono tantissimo, e forse poco valorizzati! Goditi la Puglia!!! Un abbraccio :))

    RispondiElimina