lunedì 1 dicembre 2008

Vino per la Neve - la mia Colva Sprint


Della COLVA vi avevo già parlato due anni fa qui è una specie di "macedonia invernale", i siciliani mi pare la chiamino CUCCIA... qui dalle mie parti (quelle pugliesi) si mangia i primi di novembre in occasione della commemorazione dei defunti...
a me piace tanto e così spesso mi preparo questo dolce al cucchiaio CORROBORANTE... la sua preparazione prevede l'ammollo del grano per poi cuocerlo (ed è da programmare almeno 3 giorni prima)... ma essendo golosa e avendone un desiderio quasi immediato abbiamo inventato la versione SPRINT e devo ammettere che il risultato ci ha soddisfatto molto... l'unica differenza rispetto all'originale? L'USO DELL'ORZO AL POSTO DEL GRANO!

LA COLVA SPRINT
INGREDIENTI
-orzo perlato 1/2 Kg

-stecca di cioccolato fondente

-noci e mandorle (quantità a piacere )

-uva snocciolata

-vincotto

-melograno

PREPARAZIONE
Cuocere lìorzo perlato per circa 20 minuti (molto al dente), scolarlo e lasciarlo raffreddare. Sgusciare le noci e farle a pezzetti, tostare le mandorle e fare anche queste a pezzetti. Tagliare a pezzettini piccoli la cioccolata,
sbucciare il melograno. Tagliare l'uva a metà e snocciolarla. (questa volta ho usato dell'uva fragola piccolissima e l'ho lasciata intera perchè priva di noccioli) Mettere in una ciotola l'orzo e aggiungere le noci, le mandorle, la cioccolata, l'uva e i chicchi di melograno, poi ci aggiungete il vin cotto e si mescola il tutto come se fosse una macedonia. Servirlo in coppette.

Questa ricetta partecipa alla raccolta VINO PER LA NEVE di Maricler e Fabrizio di The chef in on the table

10 commenti:

  1. Ma io non conoscevo proprio una delizia simile !!!! Sicuramente da provare. Buona serata Laura

    RispondiElimina
  2. Evvabbè, mi vuoi proprio tener lontana!!!!
    ;-)))))))))))

    RispondiElimina
  3. è un a ricettona questa, tradizionale con non conoscevo assolutamente, molto appagante, mi piace l'idea dell'orzo con la frutta

    RispondiElimina
  4. io non l'ho mai provata mi incuriosisce molto! :)

    RispondiElimina
  5. Grazieeeeeeeeee!
    Ma come, partecipi e non me lo dici nemmeno?
    Sono venuta a trovarti e che sorpresa! Cara, grazie tantissimo!
    E poi, miseria, l'orzo in un dolce così mi sembra buonissimo, quasi quasi lo propongo agli amici per la cenetta di Natale...
    Grazie mille carissima, buone vacanze ;)

    RispondiElimina
  6. la cucccciaaaaa :))) esatto! a Palermo si mangia per Santa Lucia :) che bbuona che è! è proprio un gusto che mi ricorda la mia infanzia!
    un baicone tesoro, ed uno grande alla tua piccola :**

    RispondiElimina
  7. Mai provata, ma deve essere molto buona. Chi ha detto mai che d'inverno non c'è della buona frutta!
    Spero che tutto stia andando per il meglio. Ti abbraccio, Alex

    RispondiElimina
  8. Ma che buona deve essere, siamo rimasti spiazzati davanti a questi intriganti abbinamenti, siamo proprio ignoranti perchè non conoscevamo questa ricetta, vogliamo assolutamente provarla, è molto interessante!
    Baci da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  9. Essendo di Barletta come te conoscevo la colva ma senza uva.La proverò con la tua ricetta.Baci

    RispondiElimina
  10. Bella. Questa ricetta la proverò.
    un saluto dalla tua/nostra Puglia, in particolare da Castellana Grotte.
    www.salsamentarius.it

    RispondiElimina